autonomia e cittadini
autonomia e cittadini

Se posso esprimere una opinione personale, da semplice cittadino non schierato politicamente, sbagliano coloro che pensano di ridurre tematiche tanto complesse legate al futuro della provincia di Sondrio, comprese quelle riguardanti l’Autonomia, a semplici opzioni (referendum si, referendum no) o a slogan semplificativi. Inoltre sbagliano i partiti e i movimenti quando non cercano costantemente di coinvolgere e sentire l’opinione delle comunità territoriali, sia quelle dei semplici cittadini che la cosiddetta società civile. Non solo nei Consigli Comunali e Provinciali quindi ma anche nelle piazze, nei bar, nelle biblioteche e centri di cultura, tra amici bisogna ritornare a parlare di queste tematiche fondamentali, sentirle come proprie, contribuire alla ricerca di risposte. Ruolo non secondario in tal senso sarà quello dei nostri amministratori locali (Comuni e Provincia). Mi auguro che politici a amministratori inizino a far proprio questo modo di agire partecipato. Nelle comunità locali della provincia di Sondrio gli strumenti, le risorse e le persone non mancano. Proporrei quindi a tutti, con l’aiuto fondamentale della stampa locale, di iniziare un dibattito serio, realistico ed equilibrato sulle prospettive politiche, amministrative e istituzionali della nostra provincia. Comprese le prospettive autonomistiche.

Data: 02/12/2011
 
02/12/2011, 15:21
acque

Il primo passo potrebbe essere quello di alzare la voce in merito alle nostre acque, il nostro oro bianco, no?
la iena


Autore dal
16/09/2011