Basta un seme...
Basta un seme...

Oggi nella frazione di Poschiavo "Cantone" c’era il Festival delle erbe spontanee. E’ due anni che porto il mio bambino perché trovo un’ambiente "sano", ricco di tranquillità e con tanto divertimento spontaneo dei piccoli. Magari l’anno prossimo riuscirò a partecipare alla raccolta con la guida, a una degustazione "per grandi", ma in questi anni ci sono andata solo per lui.

La casa sull’albero, il verde, i prati con tanti fiori da ammirare, angoli pensati per i piccoli in modo molto spontaneo, senza il frastuono di suoni di giostre megagalattiche studiate per farli divertire a tutti i costi senza il tempo di riflettere su ciò che stanno facendo. Potrò essere smentita e mi piacerebbe essere smentita, ma penso davvero che la lentezza li possa aiutare a crescere in modo armonioso, soprattutto se immersi in una natura incontaminata.

C’erano pentole dove con l’acqua i bambini potevano creare zuppe tagliando a pezzetti diverse erbe, verdure e fiori da mescolare e far assaggiare ai genitori. Erano buonissime quelle zuppe, come bellissimi i fiori disegnati sui loro volti, copiati da quelli veri, appena raccolti. Un’oasi di pace, un ritorno a una vita senza computer, senza giochi di plastica acquistati, solo loro e ciò che la natura è capace di donare.

Mi sono chiesta: ma sono i nostri bambini che ci chiedono di portarli nei grandi parchi divertimento, o siamo noi a volerlo? E quei bellissimi parchi, sono la realtà a cui abituarli oppure una quotidianità più semplice, più raggiungibile non solo una o due volte l’anno, è più appagante per loro, più capace di trasmettergli una tranquillità interiore, un non volere il divertimento a tutti i costi che quando saranno adolescenti li renderà più sicuri di loro stessi?

Solo domande, mi  ripeto, attendo confutazioni, ma oggi ho avuto la sensazione che i nostri bambini ci chiedono soprattutto tanta tranquillità, e ho l’impressione che questa nostra vicina Valposchiavo sia più consapevole di questo, si vede da come allestiscono le aree gioco, non ho visto un solo bambino fare capricci oggi, solo tanta felicità.

Nella sezione della scuola materna Il Quadrifoglio che frequenta il mio bimbo quest’anno hanno fatto l’orto, e per ogni festività portavano a casa un fiore nato da un seme piantato da loro. Grande l’orgoglio di creare qualcosa per un bambino, si vede dai loro occhi quando ti porgono il loro regalo, come quello per la festa della mamma, una meraviglia da piantare in giardino, o da tenere in casa. Ringrazio le sue maestre per questa grande idea educativa, che magari fa loro capire che… la vita è meravigliosa, e sono loro che, se vogliono, possono creare bellezza. Basta poco, basta un seme…


Data: 13/05/2018
 
13/05/2018, 17:00
Luoghi...

... e sensazioni:





cristina culanti


Autore dal
18/06/2009