Il dottor Saligari si candida a GROSOTTO
Il dottor Saligari si candida a GROSOTTO

Svelate le carte a Grosotto: per le prossime comunali scende in campo il dottor Giuseppe Saligari, medico di base, con una lista civica. In squadra con lui ci sarà anche l’ex sindaco Tiziano Trinca Colonel ed è proprio lui a svelare le carte attraverso un social: "Un altro anno è iniziato, un anno che, fra l’altro, vedrà il rinnovo di molte amministrazioni comunali, compresa quella del nostro Paese. Grosotto merita di avere delle “proposte amministrative” di qualità, obiettivo che si può ottenere solo unendo esperienze amministrative a rinnovato e giovane spirito di partecipazione, limando le differenze ed esaltando il comune attaccamento al luogo in cui si è deciso di vivere. Un patto tra esperienze amministrative diverse finalizzato a raggiungere obiettivi comuni". 

Le premesse sono ottime e vedranno assieme "un gruppo di amici, esperti di amministrazione, coadiuvati e stimolati da giovani motivati e portatori di entusiasmo, a lavorare su una proposta programmatica da sottoporre all’approvazione democratica dei grosottini la prossima primavera". 

Il candidato sindaco è, come detto, Saligari, già alla guida Grosotto dal 1995 al 1999, mandato nel corso del quale riuscì a portare a casa finanziamenti pari a 4,5 miliardi delle vecchie lire per la ristrutturazione e l’ampliamento della Casa di Riposo G. M. Venzoli

Saligari capeggia una lista che vuole "lanciare il paese di Grosotto verso il futuro con entusiasmo, progetti concreti di sviluppo ed armonia di relazione a 360 gradi con tutti i grosottini ed i Comuni vicini" e sono già chiari anche i programmi: "Molti sono i temi che, come gruppo, intendiamo portare avanti. Uno, in particolare, sarà il punto programmatico che ci vedrà impegnati da subito: la realizzazione di una struttura moderna e funzionale all’interno della quale troveranno posto una decina di alloggi protetti per anziani, un’area servizi al cittadino, un asilo nido per venire incontro alle esigenze delle famiglie con figli piccoli di Grosotto e paesi limitrofi oltre ad un’ampia area parcheggio. Abbiamo già individuato un’area centrale del Paese che ben si presta allo scopo. Aumentare e migliorare i servizi offerti alla popolazione, giovane e meno giovane, sarà un punto cardine dell’azione amministrativa.". 

L’esperienza politica e amministrativa porta alla realistica possibilità di reperire i fondi per il progetto: "Abbiamo idee chiare sia sul finanziamento dell’opera che sulle modalità e le tempistiche per realizzarla". 


Data: 18/01/2019
 
18/01/2019, 11:34
More info

Sindaco di Grosotto dal 1999 al 2009, vicesindaco dal 2009 al 2014, attualmente consigliere di minoranza, Tiziano Trinca Colonel è stato consigliere della Provincia di Sondrio dal 2004 al 2014 nelle fila di Forza Italia. Innegabile l’esperienza amministrativa e politica, liberale di convinzione, da 6 anni non ha più tessere politiche in tasca.

Sarà in squadra con Saligari ed è sempre lui a spiegare il progetto a grande impatto sociale anche per i comuni limitrofi e che è anche il fiore all’occhiello del programma: "Il 30% circa della popolazione è rappresentata da ultrasessantacinquenni. Le richieste per accedere alle RSA sono in continuo aumento, le graduatorie, provinciali, sono abbastanza lunghe. Bisogna creare un servizio intermedio, rivolto alle persone anziane ma ancora autosufficienti, che, per motivi familiari (single o con figli/parenti che non riescono a garantire la loro assistenza in modo continuativo) o altro, ritengano di accedere ad un servizio dove vengono garantite pulizie, vitto, assistenza infermieristica e medica, il tutto mantenendo però una considerevole autonomia personale. A Grosotto, fortunatamente, abbiamo una struttura, la RSA venzoli, che può agevolmente gestire questo nuovo servizio senza grossi problemi. Il tutto, come si può ben comprendere, ha anche aspetti occupazionali positivi per il paese".

L’ipotesi asilo nido?

Da una verifica effettuata sembra che, anche nella nostra zona, ci sia una forte esigenza di questo servizio. Oggi le famiglie vedono, spesso, sia la mamma che il papà impegnati sul fronte lavorativo. 

Sul territorio c’è la presenza di grosse aziende/enti, Baxter, Pini bresaole, Bordoni bresaole, Rigamonti, A2A, Utek, Istituto Comprensivo, piuttosto che ospedale Morelli, Levissima per esempio, dove spesso lavorano entrambi i genitori. I nonni suppliscono a volte come babysitter ma, sempre più spesso, c’è la necessità di appoggiarsi a strutture quali appunto il nido. Offrire un servizio alle famiglie giovani con figli aumenta la qualità della vita in un piccolo paese come il nostro".

E per quanto riguarda i parcheggi?

L’area, anzi le aree, che abbiamo valutato come idonee per sviluppare questo “progetto di servizi alla popolazione”, si prestano, per la loro posizione, anche alla creazione di un buon numero di posti auto (parcheggi) interrati. Questo risolverebbe, fra l’altro, anche l’attuale carenza di parcheggi.”

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009