La Sindone, un percorso tra scienza, Vangelo e fede

Una mostra a carattere didattico e scientifico che trae spunto da un tema enigmatico ancora di grande attualità: la Sacra Sindone. La Mostra è composta da 24 pannelli, un video oleografico, la sindone a grandezza naturale ed un crocifisso sindonico imponente, book shop e statua bronzea Mattei, riproduzioni degli strumenti di tortura. L’inaugurazione questa mattina, sabato 13 aprile, direttamente sul Sagrato della Basilica di Tirano, al cospetto di molti fedeli e degli esponenti di cammIKAndo, giunti sul posto a conclusione del loro primo appuntamento, raccontiamocINcammino: non sono mancati gli apprezzamenti per l'attività della suddetta associazione, espressi dal Rettore della Basilica, don Gianpiero Franzi e dal sindaco di Tirano Franco Spada.

Il 10 e 17 maggio alle 21 in sala Creval ci saranno, contestualmente, le conferenze di Ada Grossi (ascoltate nel video il suo esaustivo intervento in merito alla Sindone...) e Paolo Di Lazzaro.

(Purtroppo, a metà video c'è un inconveniente a livello visivo, ma non potevo non pubblicare il video, l'intervento della Grossi è davvero interessante). 


Data: 13/04/2019
 
19/04/2019, 07:34
Turismo religioso

di Loredana Senna, organizzatrice e coordinatrice

"Nel mondo si stimano oltre 330 milioni di persone che ogni anno si spostano per fede, in Italia il turismo religioso genera oltre 5,6 milioni di presenze annue ( di cui 3,4 milioni di provenienza estera e 2,2 milioni di presenze legate al territorio italiano). 

Da uno studio di settore del comparto emerge che oltre il 40% dei turisti religiosi si affida per l’organizzazione del viaggio al circuito dell’intermediazione, tour operator e agenzie di viaggio. Nel piccolo contesto della Provincia di Sondrio l’innovativo Cammino Mariano e la Mostra sulla Sacra Sindone hanno il loro fulcro nella città di Tirano, iniziative di forte respiro storicoculturale entrambe in un contesto di territorio alpino che eccelle prevalentemente nelle manifestazioni legate al turismo sportivo ed enogastronomico. 

La mostra che ha toccato 12 città italiane tra cui Todi, Trieste, San Gimignano, Forlì etc. nel weekend scorso è stata visitata da oltre 430 persone con presenze registrate per l’78% locali e di Comuni limitrofi per 12% da presenze fuori regione e per il 10% da turisti stranieri. Grazie alla collaborazione con la società Adrastea del Trenino Rosso sono state prenotate visite per tutto il periodo di esposizione, si prevedono numeri importanti per il prossimo weekend di Pasqua dove l’interesse legato al reperto storico ritenuto la più importante reliquia del mondo è sempre altissimo e di grande attualità".

(Foto Riccardo Marquis)

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009