La tangenziale di Tirano SI FA!
La tangenziale di Tirano SI FA!

L’inserimento del finanziamento della variante di Tirano nell’accordo di programma triennale è realtà, e dopo un decennio di tentennamenti il sindaco della città aduana è riuscito a portare a casa l’opera. Lo Stato stanzia quindi i 90 milioni di euro mancanti. Spada si dice molto emozionato, e sottolinea che questo successo “è il risultato di un grande lavoro”. C’è da chiedersi perché l’opera era ferma al Cipe dal 2010 e perché, come afferma Della Vedova nella sua dichiarazione “alcuni mi avevano consigliato di tenermi alla larga dal dossier tangenziale di Tirano dal quale avrei avuto solo guai”, ma seguendo lo stile di Spada meglio non guardare alle polemiche ma piuttosto “lavorare per raggiungere obiettivi”.

E questo è un grande risultato ma nella sua concretezza il sindaco Spada non si ferma: “E adesso pancia a terra per velocizzare l’iter che porta all’autorizzazione ed all’inizio lavori”. Prossimo obiettivo? “Velocizzare i treni”. Un applauso se lo merita.


Data: 23/02/2015
 
21/03/2018, 18:26
E’ FATTA!!!!

16.18 del 21 marzo 2018: Tangenziale approvata!

di Franco Spada, sindaco di Tirano

Ce l’abbiamo fatta! Oggi può essere considerata una data storica per Tirano e dopo tanti anni di lavoro abbiamo raggiunto la certezza della realizzazione della tanto attesa tangenziale di Tirano. All’inizio del mandato di Sindaco mi sono posto come obiettivo primario il riuscire in una impresa tentata senza successo da diverse amministrazioni nella consapevolezza dell’importanza che tale opera può rappresentare per lo sviluppo della nostra comunità ove peraltro le condizioni di partenza erano molto peggiori rispetto a quanto comunicato ufficialmente in vari consessi pubblici, con di fatto un progetto fermo in un cassetto dal 2010 e zero euro di finanziamenti e per uno come me che si occupa di opere pubbliche di professione vuol dire progetto morto e sepolto. In una situazione tale o ci si voltava indietro, senza però ottenere niente, lamentandosi sistematicamente di quello detto fatto o scritto nel passato, ove non si è avuto il coraggio di raccontare la verità ai cittadini o da buon valtellinese si sceglie di fare di necessità virtù, ci si rimbocca le maniche ed in silenzio si inizia con metodo e sacrificio a percorrere un percorso molto irto e difficoltoso che affrontato con tenacia e costanza può portare ai risultati attesi. Come recentemente detto da Alex Bellini ai ragazzi di Tirano imprese apparentemente impossibili si possono realizzare se ci si mette sogno passione metodo ed una certa dose di incoscienza. Nel mezzo del percorso ansia, tensione, illusioni, speranze, tantissime telefonate, riunioni, tante mediazioni che fanno comunque parte di qualsiasi azione umana nella quale si mette cuore e sentimento. Ed in questo percorso si ha la fortuna di incontrare persone di qualità con cui si condividono gli obiettivi.

Per me oggi è una grande soddisfazione anche perché tale opera risulta comunque propedeutica ad una azione politica sullo sviluppo di Tirano perseguita dalla mia amministrazione pensata sul medio lungo termine. Finisce adesso un passaggio importantissimo e ne inizia un’altro non meno complesso che è il controllo delle fasi di progettazione esecutiva, gli aspetti di tutela in sede espropriativa, l’appalto ed la successiva realizzazione dell’opera. Contestualmente inizia con i cittadini la fase di condivisione e progettazione di una nuova Tirano in termini di spazi urbani e modalità di fruizione dello spazio pubblico.

Mi corre in ultimo di ringraziare preliminarmente i ragazzi del mio consiglio comunale e gli assessori che mi hanno sempre supportato e anche sopportato nel difficile percorso ed è grazie anche a loro questo successo. Ringrazio Regione Lombardia, Provincia di Sondrio ed il presidente Luca Della Bitta con il quale vi è sempre stata unità di intenti, le rappresentanze parlamentari valtellinesi con Mauro del Barba in testa, i Sindaci di Villa di Tirano e Bianzone e però in particolare il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova, con cui da anni mi coordino, che proprio perché rappresentante del Governo Italiano ha messo a disposizione della nostra comunità e dei nostri interessi, spesso in silenzio e senza tanti clamori, tutta la sua esperienza e capacità di relazione ad altissimi livelli e di questo personalmente gli saro’ sempre grato.

È un regalo di Pasqua veramente importante per noi tutti e di questo sono veramente fiero e soddisfatto.

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

21/03/2018, 08:27
Della Bitta: "Le ultime fatiche"

Luca Della Bitta, presidente della Provincia di Sondrio: 

“Sono giorni e ore decisive per fare in modo che il progetto della tangenziale di Tirano possa raggiungere il via libera del CIPE.

Giornate fatte di lavoro amministrativo e di preparazione dei documenti.

Un lavoro che spesso non si vede e che pochi conoscono, ma essenziale per giungere al traguardo.

Come Provincia non abbiamo mai abbassato il livello dell’impegno e dell’attenzione per realizzare quello che sembrava un sogno e che ha visto il lavoro, prima di me, dei presidenti Provera e Sertori e di Ugo Parolo.

Un lavoro di coordinamento con i Comuni e con il BIM, che rappresenta un riferimento importante.

Determinate è stato anche il lavoro in sinergia con gli uffici di Regione Lombardia.

Abbiamo superato solo con la testardaggine e la determinazione, tipica della nostra gente, lo scoglio del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Ora l’ultimo pezzetto di strada ......potremmo davvero esserci .....coraggio Provincia di Sondrio!”

 

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

21/03/2018, 08:23
Mauro Del Barba

“PASSAGGIO AL CIPE, IMPEGNO MANTENUTO”

Il Senatore dem sottolinea gli sforzi fatti dal territorio e dal Governo:

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

21/03/2018, 08:08
Regione Lombardia

La dichiarazione di Ugo Parolo:

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

07/03/2018, 17:44
Ci siamo!

Con caparbietà, tanta, e con l’aiuto di Benedetto Della Vedova che era al Governo, Regione Lombardia e Provincia di Sondrio il sindaco di Tirano Franco Spada ce l’ha quasi fatta. Non ci credeva nessuno, e invece è realtà, come afferma lui stesso fresco dell’ultima Conferenza dei Servizi: “Roma MIT tangenziale di Tirano- tutti pareri favorevoli progetto approvato- adesso al lavoro per CIPE 15 marzo. E poi è fatta! Un ringraziamento a tutti gli Enti territoriali, al Governo italiano, alle rappresentanze parlamentari valtellinesi per il grande lavoro di squadra. Adesso testa bassa per il CIPE!”

 

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

13/05/2016, 14:33
AGGIORNAMENTI: buone nuove anche per TIRANO?

MARONI: "Questa settimana si e’ tenuto un incontro tecnico presso il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. In settimana il ministero fara’ una serie di proposte al Cipe per quanto riguarda i fondi da destinare alle opere infrastrutturali nelle varie Regioni. E’ stato un incontro importante che giudico positivamente. Per prudenza non dico le risorse che sarebbero destinate alla Lombardia, perché la decisione verrà presa mercoledì al Cipe. Però, se le cose andranno come sostenuto in quell’incontro tecnico, ci saranno positive novità per la nostra Regione". Lo ha fatto sapere il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, durante la conferenza stampa dopo giunta di oggi.

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

21/04/2015, 18:32
Conferenza dei servizi

Si è tenuta proprio oggi la prima seduta della Conferenza dei Servizi riunita per l’approvazione del progetto definitivo della tangenziale di Tirano. Spada si dice tranquillo: il territorio è compatto, Regione Lombardia formalizzerà a breve il proprio parere, così come la Sovrintendenza e il CIPE. Anas ha espresso la volontà di appaltare i lavori e consegnarli entro il 2016. Spada in merito afferma che "questi presupposti spingono ad essere ottimisti". 
cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

21/04/2015, 15:26
Tangenziale di Tirano esclusa dal Def

Nel Programma delle infrastrutture strategiche per il Paese annesso al Documento di economia e finanza appena licenziato dall’esecutivo Renzi non contempla né la tangenziale di Morbegno né quella di Tirano. Lo comunica  con sconcerto il senatore della Lega Nord Jonny Crosio.

La dichiarazione di Crosio: “Sono allibito per questa decisione ma soprattutto sono preoccupato, perché l’esclusione potrebbe avere serie ripercussioni non tanto su Morbegno, la cui realizzazione è già avviata, quanto su Tirano. Potremmo avere conseguenze sia sulla destinazione dei fondi già assegnati, con il rischio di perderli, che sulle procedure per l’approvazione del progetto, che diventerebbero ordinarie, dunque con tempi biblici rispetto alla procedura agevolata prevista per le opere strategiche”.

E’ atteso un aggiornamento del Def a settembre.

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

09/03/2015, 16:27
Il Comitato TRAFORO MORTIROLO ORA

Paolo Oberti, presidente del comitato:

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

26/02/2015, 15:29
Detto, fatto

E’ proprio il caso di dirlo: Spada stringe i tempi e la prima riunione operativa è in calendario il 3 marzo a Milano.
cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

24/02/2015, 15:57
Il comunicato ufficiale

del sindaco Franco Spada:

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

24/02/2015, 15:37
La Camera di Commercio di Sondrio

esprime grande soddisfazione:

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

23/02/2015, 16:10
La dichiarazione

La dichiarazione del senatore valtellinese Benedetto Della Vedova: “Su questo, a dicembre mi ero impegnato personalmente con il sindaco di Tirano e il presidente della Provincia e sono felice di aver onorato questo impegno. Ringrazio per il lavoro e la serietà il Ministro Lupi e il Vice Ministro Nencini che pure ha preso a cuore la vicenda convocando, dopo un nostro colloquio, la decisiva riunione al ministero il 4 febbraio scorso.

Alcuni mi avevano consigliato di tenermi alla larga dal dossier tangenziale di Tirano dal quale avrei avuto solo guai: mi fa piacere poterli smentire. Un risultato importantissimo per la valle e la sua economia, reso possibile anche dal lavoro fatto in questi anni dalla Regione Lombardia, dalla Provincia, dal Bim, dalla Camera di Commercio e da tutti quanti hanno lavorato per mobilitare risorse locali in una percentuale straordinaria per una strada statale e hanno saputo creare un consenso ampio e trasversale, nella politica ma anche tra la popolazione: di questo ho voluto che il Governo tenesse prioritariamente in conto e così è stato”.

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009