Olimpiadi 2026, opportunità per l’ALTA VALTELLINA?
Olimpiadi 2026, opportunit per l’ALTA VALTELLINA?

Il Coni considera Milano la città capofila, anche se sono tre le città italiane in lizza per ospitare le Olimpiadi Invernali 2026 e il Cio  ufficializzerà le candidature ad ottobre e, visionati i progetti, il 10 settembre 2019 la decisione sulla città organizzatrice dei Giochi. Milano, Torino (che non sembra però interessata) e Cortina d’Ampezzo (che sembra non avere le possibilità di costruire un villaggio olimpico) si affiancano ad altre sette città di altrettanti stati (l’Austria Graz, il Canada Calgari, il Giappone Sapporo, la Svezia Stoccolma, la Svizzera Sion e e la Turchia Erzurum) ad essersi candidate per ospitare i giochi. Ieri, a Bormio, c’è stato un incontro con Regione Lombardia definito "di grande condivisione" al quale hanno partecipato l’assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli comuni, il sottosegretario ai grandi eventi sportivi, i sindaci dell’Alta Valtellina e il presidente della Comunità Montana Alta Valtellina.

La dichiarazione congiunta dell’assessore regionale alla Montagna e il sottosegretario ai grandi eventi:

"E’ stato un incontro costruttivo durante il quale sono emersi i molteplici aspetti positivi che un evento come quello delle Olimpiadi invernali 2026 potrà portare alla Valtellina, rinomata per la sua alta vocazione turistica. Siamo certi che questo territorio sarà in grado di mettere a disposizione esperienza,capacità professionali e infrastrutture idonee e già collaudate in occasione di manifestazioni nazionali e internazionali.

L’evento potrà essere occasione per ultimare e migliorare i collegamenti infrastrutturali su gomma e su ferro, oltre che ampliare l’offerta sciistica attraverso nuovi investimenti programmati nel prossimo futuro. Questo  è il primo passaggio importante, che vede tutti i rappresentanti istituzionali impegnati all’unisono per il raggiungimento dell’ambizioso obiettivo che auspichiamo verrà centrato, convenendo di esserne certamente all’altezza". 

(Nella foto, Il presidente del Cio, Thomas Bach)


Data: 22/05/2018
 
11/10/2018, 11:46
La candidatura è realtà

Ufficializzazione della candidatura di Milano e Cortina alle Olimpiadi invernali del 2026 da parte del Cio, il Comitato Olimpico Internazionale riunito in Argentina.

"La candidatura di Milano e Cortina è ufficiale. Sono davvero soddisfatto. Ora al lavoro!Uniamo le forze per centrare un obiettivo importantissimo non solo per la Lombardia e il Veneto ma per tutta Italia". Fontana a Mosca ha incontrato il governatore della Regione di Mosca, Andrei Vorobyev: "Possiamo dire che è iniziato il percorso internazionale mirato a far comprendere la bontà e l’alto livello qualitativo della nostra candidatura alle Olimpiadi invernali del 2026. A lui e agli altri rappresentanti istituzionali russi ho spiegato i punti cardine della nostra proposta evidenziando come Milano, la Valtellina e Cortina, e più in generale la a Lombardia e il Veneto siano il territorio ideale per questo evento". 

"Il modello da applicare, per le relazioni internazionali- ha concluso il presidente - è quello utilizzato da Letizia Moratti per la candidatura a Expo 2015 con un grande impegno in prima persona di tutti i rappresentanti istituzionali e di tutti coloro che possono dare un contributo al raggiungimento dell’obiettivo".

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

29/09/2018, 08:30
Fuori Torino ma...

Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana: "Milano e Cortina sono due realtà di eccellenza, e se a loro affianchiamo anche la Valtellina diamo un ulteriore, importante, valore aggiunto alla nostra candidatura. Nessun’altra candidatura può offrire un pacchetto così bello e composito".

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

02/08/2018, 08:07
Presentato il master plan

Il consiglio nazionale del Coni ha deciso, la candidatura italiana per le Olimpiadi 2026 è forte di tre città e quattro regioni coinvolte e anche la Valtellina è protagonista: il master plan contempla a Bormio lo svolgimento di 4 discipline, ossia Biathlon, Freestyle, Sci Nordico e Snowboard. Il budget è pari a 376,65 milioni di euro per la candidatura unitaria, con costi inferiori a quelli di ciascuno dei singoli studi di Milano, Torino e Cortina. 

Dove e cosa: 

- Milano: curling, pattinaggio di figura, short track, hockey femminile;

- Torino: pattinaggio di velocità, hockey su ghiaccio maschile;

- Sestriere: slalom speciale di sci alpino;

- Cortina: Bob, Skeleton, Slittino, Sci Alpino;

- Val di Fiemme: due discipline Salto, Combinata nordica.

(Tre le medal plaza, a Milano, Torino e Cortina).

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

31/07/2018, 08:46
Sarà Milano

E’ prevista per oggi, martedì 31 luglio  la riunione della commissione competente e domani alle 15.00 il verdetto: il Consiglio nazionale del Comitato Olimpico voterà. Ma sembra ormai certo: Milano sarà la città candidata alle Olimpiadi Invernali del 2026.

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

20/07/2018, 09:29
Valtellina Turismo

"OLIMPIADI, un’opportunità unica per promuovere la destinazione Valtellina"

La dichiarazione di Barbara Zulian, presidente di Valtellina Turismo: "Anche Valtellina Turismo si impegna a sostenere con forza la collaborazione della Valtellina con Milano, un’alleanza che riteniamo vincente tra il capoluogo lombardo, riappropriatosi anche grazie all’effetto Expo del suo ruolo di polo economico-finanziario internazionale, e la nostra provincia interamente montana, conosciuta e sempre più apprezzata per le sue straordinarie bellezze ambientali e paesaggistiche. Come già evidenziato dalla Regione e dal Comune di Milano, si tratta di una candidatura solida e autorevole. Una proposta che nella sua puntuale articolazione e versatilità intende presentarsi in piena sintonia con i requisiti richiesti dal Coni, promettendo di esaltare le caratteristiche delle realtà coinvolte, in un’alchimia foriera di grandi opportunità. Senza contare che il coinvolgimento di Sankt Moritz si profila anch’esso come di notevole prestigio e valenza internazionale, nonché di grande importanza nei rapporti con la vicina Svizzera.

Sarebbe innanzitutto un potente volano per il posizionamento della destinazione Valtellina sul mercato globale, con una risonanza senza precedenti per il nostro brand. Ma accanto ai più immediati benefici dal punto di vista della promozione e del marketing, vi sarebbero tutti gli interventi destinati ad accompagnare un evento di così grande richiamo e rilevanza mondiale. A partire dagli investimenti nelle infrastrutture, con la prospettiva di importanti migliorie per la viabilità sia su strada sia su rotaia, per non parlare del potenziamento degli impianti sportivi, dei servizi legati all’accoglienza e all’ospitalità, delle opportunità di incrementare l’occupazione e di offrire nuove prospettive ai giovani, dal punto di vista sia della pratica sportiva sia delle possibilità di lavoro». In una formula, un’occasione unica sia per accrescere l’appeal turistico della Valtellina sia per consolidare un metodo di lavoro basato sullo spirito di squadra e destinato anch’esso a dare buoni frutti in una prospettiva di lungo periodo. A tale proposito, si coglie l’occasione per ringraziare Regione Lombardia e gli assessori Lara Magoni (Turismo, marketing territoriale e moda) e Massimo Sertori (Enti locali, montagna e piccoli comuni), che stanno sostenendo fattivamente questa candidatura".

 

 

 

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

17/07/2018, 09:50
Presentata la candidatura di Milano e Valtellina

Ieri pomeriggio a Roma, presso la sede del Coni Roberta Guaineri, assessore al Turismo, Sport e Qualità della vita del Comune di Milano, e Antonio Rossi, Sottosegretario con delega ai grandi eventi sportivi di Regione Lombardia, hanno presentato la candidatura di Milano a ospitare i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali del 2026.

Il resoconto:

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

12/07/2018, 11:19
La VALTELLINA è pronta... forse!

Il mondo delle categorie produttive unito e coeso nell’appoggiare con forza la candidatura di Milano e della Valtellina:

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

08/07/2018, 16:15
News

Domani, lunedì 9 luglio il Coni deciderà chi fra Torino, Milano e Cortina sarà la candidata italiana per l’organizzazione dei Giochi Olimpici Invernali 2026. Il Comitato Olimpico Internazionale deciderà a chi assegnare questi Giochi nel settembre del prossimo anno nella sessione che si svolgerà a Milano.

In merito alle tre candidate italiane Gianfranco Kasper, presidente della Fis: “Milano è nel mio cuore, ma la decisione sulla scelta spetta comunque al Coni”.

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

04/07/2018, 07:57
Dossier spedito

La dichiarazione del sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega ai Grandi eventi sportivi, Antonio Rossi (rispondendo in Aula consigliare ad una mozione a favore della candidatura di Milano come sede per le Olimpiadi invernali del 2026): "Abbiamo lavorato fattivamente in questi mesi insieme al comune di Milano e ai comuni della Valtellina: speriamo che la candidatura della Lombardia possa essere vincente". "Oggi (ieri per chi legge) il Comune di Milano invierà il dossier in merito alla tabella di marcia che rimane da percorrere verso l’assegnazione dei Giochi invernali del 2026. Governo e Coni entro luglio decideranno con quale città presentarsi. Nell’ottobre 2018 a Buenos Aires saranno presentate le candidature ufficiali. Poi, il Cio, a Milano nel settembre 2019, deciderà la sede ufficiale".

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009