Riapre il PASSO della FORCOLA in una nube di polemiche
Riapre il PASSO della FORCOLA in una nube di polemiche

 

E’ pesante il traffico diretto a Livigno che interessa la Valposchiavo? Il tema torna tutti gli anni in auge sulla stampa locale e invoca un intervento attraverso un tavolo di concertazione Milano - Coira.

Lo scorso anno il sindaco di Livigno Damiano Bormolini aveva paventato l’idea di istituire un pedaggio- si parlava di 5 franchi, ma le autorità della Val Poschiavo mal digerivano questa idea e Della Vedova aveva anche sottolineato che "in maniera decisiva noi difendiamo i nostri interessi" mentre il presidente della Regione Bernina sosteneva che "il traffico legato alla benzina è assurdo".

Un pedaggio che poteva servire, come sosteneva Bormolini, a tenere aperto il Passo della Forcola anche nei mesi invernali, da spartirsi tra Livigno e Valposchiavo. Ma nulla di fatto, e si avvicina la riapertura del Passo il prossimo 4 giugno. Nel frattempo, la questione è tornata in televisione, grazie alla giornalista Antonia Marsetti della RSI Grigioni Sera, che ha esordito con un "il traffico da e per Livigno tornerà ad imperversare a sud del Bernina". Il tavolo trasfrontaliero dovrebbe riunirsi al più presto per risolvere il problema, anche alla luce della realizzazione della Tangenziale di Tirano, che potrebbe aumentare ulteriormente il traffico e il Podestà di Poschiavo è fermo sulla sua idea: "Sulla base delle informazioni che ho, questo non può essere escluso, se dovesse verificarsi, cercheremo di fare tutto quanto è in nostro potere per contrastare questo traffico insensato della benzina, che va a favore di pochi a discapito di molti".

La Valposchiavo punta su progetti turistici che guardano al futuro, con una valle 100% Bio che mal si presta ad abbinarsi a un traffico pesante sul territorio. E Tirano che dice? Prima di interessare la Valposchiavo, anche Madonna di Tirano è interessata dal "traffico della benzina per e da Livigno, ingolfando una piazza che vede la presenza di un turismo religioso molto rigoglioso, grazie alla presenza della Basilica.

Chi sceglie di recarsi a Livigno può optare per il Passo del Foscagno, aperto tutto l’anno, attraverso l’Alta Valtellina, l’alternativa c’è, ma transitare attraverso la Valposchiavo accorcia i chilometri da percorrere. Passo della Forcola o Passo del Foscagno, diversamente, non alleggerisce il traffico insopportabile di Tirano, almeno finché non si realizzerà la tanto attesa Tangenziale. (Nella foto il Podestà di Poschiavo Alessandro Della Vedova)


Data: 04/05/2018