A Livigno la neve va in maschera
A Livigno la neve va in maschera

 

Dal’11 al 16 febbraio Livigno si maschera per la festa più pazza dell’anno e i turisti sono attesi da una travolgente settimana di eventi, che affondano nelle più antiche tradizioni di questo appartato angolo delle Alpi.

Il Carnevale 2010 inizia domani, giovedì 11 febbraio, con la tradizionale Staffetta delle contrade in costume tipico livignasco. Trùzz, Spazòn, Ràna e Trépal si sfideranno in una gara notturna che prevede quattro diverse discipline: slittino, ciaspole, sci alpino e sci nordico.

Tradizione anche nei costumi: è d’obbligo l’attrezzatura d’epoca.

Domenica grande sfilata dei carri allegorici e delle mascherine, occasione per ammirare l’impegno e la passione profusa dai responsabili delle contrade nella costruzione dei carri. Il ritrovo è alle ore 13 presso le Scuole Medie di Livigno e anche i turisti possono unirsi a questo gioioso corteo, lungo le vie del centro.

Nel pomeriggio la festa in Plaza Placheda con animazione e distribuzione di manzole, cioccolata e tè per tutti. A partire delle 19.00 buffet di carnevale, seguito dalla sfida al “Palo della Cuccagna” e serata danzante in compagnia dell’Orchestra Don Carlos.

La lunga settimana del Carnevale si conclude a Trepalle martedì 16 febbraio, con una nuova sfilata lungo le vie del paese dei carri allegorici e delle mascherine, e nel pomeriggio, presso il Campo sportivo, appuntamento con le ultime, decisive gare per l’assegnazione dell’ambito Trofeo delle contrade 2010. Grande attesa per le competizioni programmate a Trepalle, in particolare per la Sfida dali Lolza (le slitte di una volta). Per i più piccoli dalle 14 arriva il Mago più grande del mondo.

Come già a Livigno, anche a Trepalle il Carnevale diffonde un’atmosfera gioiosa, in cui, accanto ai dolci tradizionali e ai giochi organizzati per bambini e adulti, non in programma non mancano neppure le satire dei tradizionali Sonetti di Carnevale.

 

 

 


cristina culanti
Data: 10/02/2010