Bellezza e benessere in VALTELLINA
Bellezza e benessere in VALTELLINA

Sono 29 le categorie attive all’interno dell’Unione del Commercio e del Turismo della provincia di Sondrio: lunedì scorso di è aggiunta l’Associazione Bellezza & Benessere. Nella sede dell’Unione del Commercio e del Turismo si è tenuta l’assemblea costitutiva del nuovo gruppo, il binomio bellezza&benessere che identifica la rappresentanza in Valtellina, Valchiavenna e Alto Lario di molti servizi: istituti di bellezza, estetiste e operatori tecnici del benessere, dermopigmentisti, lash and eyebrow maker (ciglia e sopracciglia), servizi di manicure e pedicure, onicotecnica, nail artist (tecniche per la decorazione delle unghie di mani e piedi), make up artist (i creativi del trucco). 

Sono circa 200 le attività e sono ben rappresentate nei diversi Mandamenti, ora tutte possono aderire all’Associazione. 

Da lunedì 6 luglio, quando. Nel corso dell’assemblea costitutiva, si è proceduto all’approvazione dello Statuto della categoria e all’elezione dei componenti del direttivo e dei vertici. 

Il consiglio dell’Associazione Bellezza&Benessere è composto di 9 rappresentanti: Nadia Muffatti, Lara Rovaris, Lorenzo Bertolini (referente settore make up), Nicole Bertolini (referente settore dermopigmentazione), Cristina Paola Bianchini, Letizia Curti, Barbara Donini (referente settore onicotecnica e lashmaker), Nadia Mazzucchi, Consuelo Spinetti. I consiglieri hanno subito affidato l’incarico di presidente a Nadia Muffatti, e vicepresidente è stata eletta Lara Rovaris.

Le dichiarazioni

La presidente dell’Unione del Commercio e del Turismo Loretta Credaro: "Siamo felici di accogliere l’Associazione Bellezza&Benessere, che va a implementare la rappresentanza dell’Unione del Commercio e del Turismo in un settore, come quello della cura della persona, dove stanno emergendo qualità e professionalità, con buone prospettive di crescita".

Nadia Muffatti: "Innanzitutto  occorre farci conoscere e puntare con decisione sulla formazione di alto livello. A tale riguardo, siamo promotrici di un nuovissimo progetto pilota che è stato sostenuto anche con una delibera della Provincia di Sondrio e che promette di fare scuola a livello nazionale: con l’avvio dell’anno scolastico 2020/2021, a settembre all’Istituto Caurga di Chiavenna, nell’ambito del corso ’Servizi per la sanità e l’assistenza sociale’, si proporrà un’offerta aggiuntiva dedicata alle Scienze estetiche integrate e ciò sarà il primo passo verso un innovativo corso sperimentale che, in seguito, darà alle ragazze e ai ragazzi che lo frequenteranno la possibilità di conseguire un diploma quinquennale statale come Tecnico del benessere  scienze estetiche integrate. Una grande opportunità, in quanto oggigiorno anche nel nostro settore è di fondamentale importanza possedere un diploma quinquennale e, inoltre, questo titolo dà in futuro la possibilità di accedere a studi universitari".Del resto la figura dell’estetista si è molto evoluta col tempo e sta cambiando costantemente: spesso, infatti, lavoriamo a stretto contatto o comunque in collaborazione con medici, nutrizionisti, con l’ambiente oncologico, come per esempio nel caso del progetto Anima e Corpo, con cui abbiamo attivato delle sinergie. È chiaro che ciò richiede un plus di conoscenze e professionalità. La nostra decisione di costituire una categoria ad hoc all’interno dell’Unione del Commercio e del Turismo nasce dalla forte esigenza di dare un ruolo e un’identità precisi alle figure professionali che ruotano intorno al mondo della bellezza e del benessere, di valorizzarle nella loro pienezza e di portare avanti delle istanze importanti a livello nazionale, soprattutto nel campo della formazione". 

Sempre Muffatti spiega le prospettive per il settore: "Oggi più che mai, abbiamo bisogno di stare bene con noi stessi, prenderci cura del nostro corpo per sentirci a nostro agio e recuperare autostima, affidandoci alle nostre consulenti di bellezza ed educatrici di benessere, ossia all’evoluzione della figura dell’estetista. Il lavoro in questa Fase 3 sta riprendendo bene: i clienti che ci conoscono tornano nei nostri centri estetici con fiducia, consapevoli di essere nelle mani di chi, già prima della pandemia, osservava e continua a osservare rigidi protocolli in tema di sicurezza, con mascherine, guanti e materiale monouso, prodotti per la sanificazione che sono i nostri strumenti di lavoro, che ci connotano per la professionalità e la grande attenzione nei confronti della clientela".


cristina culanti
Data: 08/07/2020