Cancro Primo Aiuto e l’asta della picozza di Confortola
Cancro Primo Aiuto e l’asta della picozza di Confortola

Si tiene questa sera allo Sporting Club di Monza alle 20 la presentazione ufficiale dell’asta della piccozza di Marco Confortola, a favore della Onlus Cancro Primo Aiuto. 

L’associazione Cancro Primo Aiuto onlus, della quale l’alpinista valtellinese è testimonial, darà infatti il suo ufficiale bentornato allo sportivo, a pochi giorni dal rientro dalla spedizione al Lhotse (8.516 mt).  

Il sodalizio, presieduto da Flavio Ferrari, è una realtà che opera da 15 anni in Lombardia, capillarmente, a favore e sostegno dei malati oncologici. 

I soci della onlus nel corso della serata avranno modo di portare il loro saluto all’alpinista, per il quale la spedizione al nuovo Ottomila ha avuto il senso di una profonda esperienza umana, non coronata dal raggiungimento della vetta ma arricchita anche dal nobile scopo di portare un aiuto ai malati di cancro. 

L’aveva detto prima della partenza Confortola, in accordo con gli amici di Cancro Primo Aiuto,che ci sarebbe stata la messa all’asta della propria piccozzaal suo ritorno e questa sera l’idea diventerà realtà. 

Soddisfatto Confortola: “Resta un onore per me avere al fianco un amico come Cancro Primo Aiuto. Io nella vita sono stato fortunato, e oggi ho modo di portare il mio piccolo contributo a una causa nobile e imperdibile. E’ qualcosa che sento da dentro e cui tengo con tutto il cuore”.


cristina culanti
Data: 09/06/2010