Con i droni si salvano i cuccioli di capriolo
Con i droni si salvano i cuccioli di capriolo

I prati rappresentano habitat importanti per molte specie animali e vegetali e la loro esistenza è garantita dai contadini che li falciano ogni anno. Durante le operazioni di sfalcio dei prati, però, capita regolarmente che vengano feriti e uccisi dei cuccioli di capriolo, che si rannicchiano tra l’erba alta e nelle prime settimane di vita sono difficilmente individuabili per via del loro pelo maculato.

Per salvare i cuccioli, il Cantone dei Grigioni ha deciso di utilizzare i droni, e per rendere ancora più efficaci le operazioni di salvataggio, ha pensato a un progetto pilota che contempla altresì la formazione di piloti di droni: sabato scorso sul Sankt Luzisteig, sopra Maienfeld, si è tenuta la prima giornata di formazione, strutturata in una parte teorica e in una parte pratica. Vi hanno partecipato 20 interessati. Entro fine aprile saranno organizzate altre quattro giornate di formazione. 


Data: 12/03/2019
 
21/08/2019, 14:33
Un successo!

Tra fine maggio e inizio luglio sono stati effettuati 1123 interventi:

 

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009