Confermata DISCESA LIBERA di Bormio il 29/12/2011

La Federazione Internazionale dello Sci ha ufficializzato il calendario della prossima stagione di Coppa del mondo maschile.

In programma 45 gare complessive (11 discese, 8 supergiganti, 9 giganti, 11 slalom, 3 supercombinate, 1 supercombinata, 1 gare a squadre e 2 parallel event, suddivise in tredici diverse nazioni.

Italia tutta in dicembre: 

16 e 17 Val Gardena (supergigante e discesa);

18 e 19 Alta Badia (gigante e slalom);

Bormio (discesa sulla mitica pista Stelvio).


Data: 07/06/2011
 
09/06/2011, 09:12
Diritti TV: Ancora lontano l’accordo

Martedì 07/06/2011 fumata nera a Portorose, in Slovenia, al termine dell’ennesimo incontro tra la Federazione Italiana Sport Invernali e i rappresentanti dei Comitati Organizzatori delle gare italiane di Coppa del Mondo di sci alpino a proposito dei diritti promo televisivi.

I diritti tv, quelli pubblicitari e quelli di marketing, che appartengono al 100% alla Fisi, fino allo scorso anno venivano ceduti agli organizzatori in una quota pari al 70% del totale. Per le prossime cinque stagioni però, la Federazione Italiana Sport Invernali è intenzionata a riconoscere ai Comitati Organizzatori, oltre all’assegnazione della gara e ai diritti promo pubblicitari (commisurabili in circa 2 milioni di euro l’anno), il 55% dei diritti televisivi (con la possibilità di arrivare al 57%) che in totale dovrebbero anch’essi superare i 2 milioni di euro annui, con l’aggiunta di alcuni servizi come l’utilizzo delle piste e delle strutture ricettive per gli allenamenti delle squadre e l’organizzazione di gare minori.

Dal canto loro, invece, gli organizzatori sono irremovibili sulla loro posizione di chiedere il 60% della torta, “a causa delle difficoltà economiche in cui i comitati versano”.

“I comitati fanno fatica a riconoscere l’indubbio impatto che ha una gara di Coppa del Mondo in termini di promozione del territorio e le opportunità che vengono date loro anche in termini di sponsorizzazione. La Federazione non può assumersi le spese della promozione turistica – ha commentato il presidente della Fisi Giovanni Morzenti -. Dovrebbero invece capire che i soldi dei diritti televisivi servono alla Federazione per permettere la crescita di quegli stessi campioni che poi sono i principali artefici, tanto quanto la capacità e la bravura degli organizzatori, della perfetta riuscita di un evento come quello di cui stiamo parlando”.

“Bisogna inoltre considerare che giustamente i Comitati Regionali chiedono una quota del 3% di tali diritti, che sino ad oggi dovevano essere riconosciuti dagli organizzatori, ma che non sono mai stati versati. E’ per questo motivo che d’ora in avanti la Fisi si assumerà direttamente l’onere di riconoscere ai vari comitati questa percentuale – ha concluso Morzenti -. E soprattutto tenere presente che gran parte delle federazioni nazionali dello sci non spartiscono le quote dei diritti con gli organizzatori. Mi auguro comunque che in futuro, anche da parte degli organizzatori, vi sia la disponibilità a collaborare in un clima di dialogo, ad esclusivo favore dello sport agonistico e di base”.

R1
Moderatore


Autore dal
22/09/2008

08/06/2011, 09:50
LETTERA DEGLI OPERATORI

Questa la lettera precedentemente spedita nel febbraio 2011:

Signor Presidente, come sicuramente ha avuto modo di verificarlo di persona durante le giornate che hanno preceduto la gara di Bormio ed in quelle successive, si è aperto un importante confronto sul territorio (che, peraltro, mi risulta ripetersi da qualche anno) relativamente alla data e all’ora di effettuazione della classica discesa libera di Coppa del Mondo.

Questo non significa, naturalmente, mettere in discussione in termini assoluti la valenza e il ritorno di un evento sportivo di natura internazionale ma aprire un confronto su tutti gli aspetti legati ad una gara di questa natura.

Una riflessione che riguarda da una parte la spettacolarità e l’unicità della pista “Stelvio” di Bormio per il circuito bianco ma anche le possibilità legate agli eventi collaterali o il valore aggiunto legato alla presenza di numerosi operatori dei mass-media di ogni parte del mondo.

Una discussione ad ampio raggio che ha coinvolto tutti i partners impegnati a far sì che il notevole investimento economico legato alla gara possa fruttare al meglio e che tenga conto anche delle limitazioni e dei disagi arrecati ai turisti presenti nel periodo più importante della stagione invernale.

Quelli indicati sono solo alcuni aspetti della questione che gli enti pubblici e gli operatori economici e turistici stanno cercando di affrontare.

La Federazione che Lei ha l’onore di presiedere ha sempre dimostrato nei confronti della pista “Stelvio” una particolare attenzione proprio per l’importanza che tale gara riveste sia sotto il profilo sportivo sia per la storia dello sci alpino e non di meno Bormio ha sempre dimostrato in questi lunghi anni una capacità indiscussa dal punto di vista organizzativo.

Con la certezza di poter contare sulla Sua collaborazione con la presente siamo a chiedere la collocazione della gara di discesa libera di Bormio (oltre che il posticipo dell’orario alle 12.30 in una fascia oraria più appettibile) in una data e in un periodo non coincidente con le festività legato al Santo Natale e al Capodanno.

Le ripercussioni sulla fruibilità delle piste e quindi i disagi agli sciatori e ai turisti appaiono – in questo particolare e difficile momento congiunturale – un sacrificio eccessivo.Per diverse ragioni occorre un segnale di cambiamento rispetto al passato che Bormio e la Valtellina da soli non sono in grado di dare.Per questo contiamo sulla collaborazione della Sua Federazione ed esprimiamo l’augurio che la presente richiesta venga favorevolmente accolta anche quale segno di gratitudine verso Bormio che da numerosi anni ospita la gara regalando così al mondo dello sport internazionale momenti di sicura emozione e di alto agonismo. Uno spettacolo sportivo che ha dato lustro a questa terra ma anche alla Federazione Internazionale e a quella Nazionale.

RingraziandoLa per l’attenzione che sicuramente riserverà a questa richiesta ci è gradita l’occasione per porgerLe distinti saluti.

L’Assessore Provinciale al Turismo, Alberto Pasina Il Presidente della Comunità Montana Alta Valtellina, Gianluca Sertorio Il Commissario del Comune di Bormio, Luigi Scipioni Il Sindaco del Comune di Valdisotto, Alessandro Pedrini Il Presidente della Camera di Commercio di Sondrio, Emanuele Bertolini Il Presidente di Bormio Servizi, Pier Francesco Dei Cas L’Amministratore Delegato S.I.B. s.p.a., Valeriano Giacomelli Il Presidente della Associazione Albergatori di Bormio, Barbara Zulian Il Presidente della Associazione Commercianti di Bormio, Giovanni Mutti Il Presidente dell’Unione Artigiani di Bormio, Gabriele Pradella Il Presidente di Bormio Terme s.p.a., Adelio Canclini Il Presidente dei Bagni di Bormio Spa Resort, Andrea Quadrio Curzio Il Presidente dello Sci Club di Bormio, Alberto Gasperi

R1
Moderatore


Autore dal
22/09/2008