Giro d?Italia: il re del Gavia ? Tschopp

BORMIO - PONTE DI LEGNO / TONALE

 

Tema dominante la neve per questa tappa, al Foscagno, terzo Gran Premio della Montagna, domina Lloyd seguito dal gruppetto Sastre. 

Pirazzi è in testa alla corsa.

Il Gavia, dal 1960, invenzione di Torriani, una strada completamente sterrata, per cui l’organizzatore della gara decise, nella salita da Ponte di Legno, e non da Bormio come quest’anno, di stipulare una particolare assicurazione: se una macchina fosse andata in panne, si scaricavano i bagagli e si gettava la macchina stessa nel burrone, altrimenti si correva il rischio di interrompere la strada. 

Ma prima i ciclisti tornano a Bormio, dove è in corso la gara di Handbike. In testa sempre Pirazzi; Scarponi sta coperto, ieri ha vinto la tappa ed è quarto in classifica generale "sono a un passo dal podio", dichiarava questa mattina.
Sastre, Vinokourov  e Pinotti seguono Pirazzi nella Magnifica Terra che sembra augurare l’"in bocca al lupo" per affrontare la Cima Coppi. A quota 2618 il tempo non è dei migliori e i muraglioni di neve accanto alla strada sembrano una scultura che si ripete ininterrottamente. In testa Simoni, oggi è l’ultima gara per lui, poi si ritira...

E’ la prima volta che il Gavia viene percorso dal Giro d’Italia da Bormio. 

Al Gavia arrivano Simoni e Tschopp che si alternano in testa alla corsa, seguiti dal quartetto Lloyd, Pinetti, Sastre e Vinokourov e ancora dietro il gruppo maglia rosa ma con uno scatto Tschopp si aggiudica il Gran Premio della Montagna Cima Coppi, la più alta del Giro. Poi comincia la discesa, in un suggestivo paesaggio, lunga ed estremamente pericolosa, in molti tratti la strada è bagnata. Tschopp rimane in testa, Simoni entra nel quartetto. I violenti tornanti mettono alla prova i ciclisti, che scendono in modo regolare, fino a Sant’Apollonia, poi Simoni torna in testa. A 11 chilometri dalla conclusione Simoni sta faticando, ci si prepara alla salita del Tonale e Tschopp è in testa. Sastre e Pinotti sono dietro Vinokourov Karpets e Righi. Vinokourov tira i meno 5 recuperando 12 secondi in meno di un chilometro. Righi incollato a Vinokourov. "Dovevo risparmiare qualche energia in più per il finale", dichiara Simoni, che ha fatto una grande gara. Evans scatta, ha un ritardo di 4 minuti; 1’27’’ il ritardo del gruppo Maglia Rosa da Tschopp. Scarponi e Nibali su Basso... Scarponi scatta, Basso cerca di aiutare Nibali a mantenere il suo terzo posto in classifica. Scarponi sta dando spettacolo a pochi chilometri dal traguardo. Evans è secondo, poi Scarponi e Basso che perdono Nibali... Tschopp si conquista la tappa. Evans secondo, Basso terzo e Scarponi quarto, poi Arroyo e Nibali. Grande tappa. 

 

 


cristina culanti
Data: 29/05/2010