Il Giro d?Italia a Bormio significa anche ARTE

La magnificenza delle salite valtellinesi del Giro d’Italia, quelle che segnano i vincitori e danno ragione della preparazione atletica degli autentici scalatori (l’appuntamento è per il 28 e 29 maggio), è arricchita a Bormio dall’arte, come conferma Consuelo De Mori, che ha deciso di dare vita a una mostra artistica, nella Magnifica Terra, Bormio: “L’idea di colorare Bormio è nata in me dalla fortunata coincidenza di conoscere Roberta Musi, pittrice dell’Associazione UCAI, e dalla partenza del Giro d’Italia. Dal 20 aprile al 2 maggio si è svolta una prima mostra nei negozi della via Roma, intitolata “Aspettando il Giro”, comprendente 33 opere a tema ciclistico di quotati artisti provenienti da tutta Italia. Grazie ai negozianti che hanno contribuito ospitando i quadri nelle loro vetrine, Bormio ha colto l’occasione per coinvolgere turisti e residenti in una vivace e originale presentazione del Giro. Le opere verranno inoltre nuovamente esposte, tutte insieme, il 29 maggio - giorno del doppio passaggio del giro nel centro storico di Bormio - nella piazza principale, sotto al Kuerc, importante monumento che storicamente si è imposto nella Contea come teatro principale della vita collettiva. Con questa seconda esposizione intendiamo combinare arte e sport, intrattenendo spettatori e passanti nell’intervallo fra un passaggio e l’altro del giro”.

Consuelo De Mori non dimentica di ringraziare il Sindaco di Bormio, Elisabetta Ferro Tradati, e i commercianti, grazie ai quali “abbiamo avuto l’impagabile piacere di vedere una via Roma inedita, colorata e luminosa, celebrando a regola d’arte il passaggio del Giro d’Italia 2010”.


cristina culanti
Data: 18/05/2010