LIVIGNO: La Sgambeda
LIVIGNO: La Sgambeda

Date dell'evento:
13 Dicembre 2008

La granfondo nordica del 14 dicembre è la prova finale di Livigno Open Air, il challenge iniziato con la Pedaleda in mtb e proseguito con la podistica Stralivigno di inizio agosto. Dopo il successo dello scorso anno, Bruno Carrara punta ad un meritato bis nel trittico di Livigno. Intanto cresce l’attesa per la competizione di sci nordico non solo per gli atleti elite, ma anche per i numerosi appassionati che alla Sgambeda potranno gareggiare con un pettorale personalizzato con il proprio nome da conservare tra i propri trofei.  Da diverse stagioni gli amanti dell’agonismo all’aria aperta trovano a Livigno il “terreno” ideale con tre manifestazioni di carattere internazionale: d’estate la Pedaleda in mountain bike e la Stralivigno di corsa, poi d’inverno, poco prima che il Natale diventi l’unico protagonista, ecco che arriva la Sgambeda, la prima marathon di sci di fondo della stagione. Organizzate dalle associazioni sportive locali con il coordinamento dell’Apt Livigno, le tre competizioni rappresentano la proposta “Open Air” del piccolo Tibet, un circuito che premia tutti coloro che portano a termine le gare del trittico. E come tutte le classifiche esiste un vincitore che nel caso dell’edizione 2007 di Livigno Open Air è stato Bruno Carrara, il forte azzurro di sci di fondo. “A Livigno sono venuto spesso con la nazionale di fondo per la preparazione” dichiara il fondista bergamasco “e sono sempre stato colpito dalla bellezza della valle, quindi tornare qui per competere anche d’estate è sempre emozionante e motivante”. E al pensiero di ripetere il successo anche nell’edizione 2008 di Open Air Bruno Carrara ride sornione poiché, dopo il 48esimo posto alla Pedaleda e lo strabiliante (…anche per lui!) sesto posto nella Stralivigno, conduce la testa della classifica. LA SGAMBEDAA dieci giorni dal Natale andrà quindi in scena la Sgambeda, la granfondo di sci che sulla distanza di 42 chilometri apre la stagione della FIS Marathon Cup, la coppa del mondo delle lunghe distanze. Giungono nel frattempo le conferme dei grandi campioni (tra cui Bjorn Daehlie, il più grande fondista di tutti i tempi) e delle nazionali più rappresentative della disciplina, Norvegia e Svezia in testa, che apriranno il lungo serpentone con centinaia di amatori alle loro spalle che accenderanno le polveri in vista di un’altra stagione spumeggiante. Tutto confermato anche sul fronte del montepremi di 21.000 Euro, suddiviso tra i primi 6 classificati della categoria maschile e femminile, come da regolamento FIS Marathon Cup, e premi in natura dal 7° al 10° posto. VETRINA PER LE AZIENDEUna competizione, quella di Livigno, che oltre per i mille e più iscritti nei due tracciati (42 e 21 chilometri) si fa forte anche di una presenza mediatica internazionale sulle più significative testate di settore e non (lo scorso anno ampi servizi sull’emittente norvegese NRK grazie alla presenza dei fratelli Anders e Joergen Aukland e di Thomas Alsgaard). Tutto ciò consente agli organizzatori della gara di allestire un pool di sponsor di assoluto rilievo, che unisce realtà locali come Coop Livigno, Casa Vinicola Nera, Latteria di Livigno, Vis marmellate, Profumeria Erika Livigno, ad aziende dal respiro nazionale come Levissima, Credito Valtellinese  ed Enervit. Tra le partnership, inoltre, spiccano la presenza di Compagnia delle Opere e la Provincia di Sondrio con il suo patrocinio. E’ confermato il consueto expo presso la struttura di Plaza Placheda con le più importanti aziende del comparto “neve” quali Fischer, Salomon, Leki, Rossignol, Adidas Eyewear e Start, alle quali si affianca BJ, l’azienda di abbigliamento fondata dal norvegese Daehlie che personalizzerà i pacchi gara della MiniSgambeda, la competizione riservata ai fondisti nati tra il 1990 e il 2000 e che si tiene il sabato. Chiudono l’elenco delle aziende sostenitrici Ski Trab (sci), Maplus (scioline) e Garmin (cardiofrequenzimetri satellitari): venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 dicembre, prima e durante la gara, gli appassionati potranno trovare tutte le novità delle aziende nell’area espositiva allestita nello stadio del fondo di Livigno, dove sarà possibile testare gratuitamente la strumentazione o, in alternativa, presso l’Expo Center Sgambeda di Plaza Placheda. Inoltre, fedele al premio Enzo Savio conferito al primo classificato della categoria Over 50, l’azienda Alexander Distilleria Bottega.PETTORALE PERSONALIZZATOConfermata la tecnica (libera) e il tracciato di 42 chilometri da percorrere due volte su un anello di 21 chilometri. L’alternativa è fermarsi dopo il primo giro e concorrere per la gara “corta” di 22,5 chilometri che avrà una classifica a parte. Iscrizioni già aperte con l’invito a non perdere la prima scadenza del 31 ottobre con la quota di 40 Euro: dopo tale data fino al 9 dicembre si sale a 55 Euro. Per tutti coloro che si iscriveranno entro il 29 novembre, gli organizzatori predisporranno un pettorale personalizzato con il nome del concorrente che consentirà al pubblico della Sgambeda un tifo “ad personam”.Da non perdere i Mercatini di Natale che nel periodo dell’Avvento verranno allestiti come di consueto nel cuore di Livigno: un’occasione per unire lo sport ad un po’ di shopping. (photo COMetaPRess/Brena/CanonDigital)

r
Data: 17/10/2008
 
04/12/2008, 18:12
IL 14 DICEMBRE SEMPRE PIUÂ’ VICINO

LA SGAMBEDA: IL 14 DICEMBRE SEMPRE PIU’ VICINO A dieci giorni dalla Sgambeda cresce l’attesa della Maratona Internazionale di Granfondo FIS che vede tra gli scritti volti noti del panorama fondistico italiano e mondiale. Ormai completo e disponibile gratuitamente l’anello che accoglierà gli atleti più allenati. Le iscrizioni hanno raggiunto quota mille e tanti i bambini iscritti alla MiniSgambeda che si sfideranno sabato 13 su un percorso di 1-3-4-5 km. Livigno (SO) 04.12.2008 – Livigno, completamente innevata, è pronta a ospitare la granfondo nordica del 14 dicembre! Già da metà novembre gli appassionati degli sci stretti possono prepararsi ai 42 km. I partecipanti potranno scegliere anche quest’anno tra il percorso lungo (42 km) e quello breve (22,5 km) di gara, ma per tutti ci sarà il calore del pubblico, sempre numeroso, ad accoglierli all’arrivo. Venerdì 12 dalle ore 14 alle 20 ci sarà la distribuzione dei pacchi gara e a partire da venerdì fino alla chiusura dell’evento sarà possibile visitare l’Expo Area presso Plaza Placheda che, come ogni anno, si propone ad atleti e spettatori con le ultime novità del mercato in fatto di alimentazione, abbigliamento e attrezzatura sportiva. Sarà inoltre occasione per effettuare test gratuiti dei migliori sci, attacchi, abbigliamento e quant’altro costituisce l’attrezzatura dei fondisti. Disponibile per tutti anche il servizio sciolinatura da parte della ditta Maplus (sciolina ufficiale dell’evento) e di altre aziende del settore. Sabato 13, dalle ore 9 alle 20, verranno distribuiti i pettorali agli atleti elite mentre nel pomeriggio, alle 13.30, l’appuntamento è con “i campioni di domani”. Verrà infatti dato il via alla MiniSgambeda, gara di sci nordico per ragazzi dagli 8 ai 17 anni su un percorso di 1-3-4-5 km che avrà come testimonial d’eccezione Bjorn Dahelie. Attorno alle 16.00 si terrà la cerimonia di apertura della 19ma edizione della Sgambeda che vedrà la partecipazione di grandi nomi dello sci italiano lunghe distanze, quali Sergio Bonaldi, Bruno Carrara, Marco Cattaneo e Tullio Grandelis. A conferma del pregio internazionale di questa competizione, non passano inosservate le iscrizioni delle squadre: svedese, norvegese, russa ed estone e dei grandi nomi dello sci di fondo mondiale. Tra le donne occhi puntati sulla russa Yambaeva Tatiana vincitrice della Vasaloppet 2008 e la norvegese Sandra Hansson vincitrice della World Cup 2007/2008 e della Sgambeda 2007, mentre tra gli uomini grande attesa per la presenza dello svedese Ahrlin Jerry, vincitore della Sgambeda 2007. Il numero delle iscrizioni cresce sempre più e l’obiettivo è quello di raggiungere quota 1.200 iscritti. Tanta neve, più di mille gli iscritti e tanta voglia di fondo…la Sgambeda è pronta a decollare! SCHEDA TECNICA: • Percorso marathon: 42 km (su un anello di 2 giri) • Percorso breve: 22,5 km • Tecnica: libera • Altimetria: min. 1.809,30 mt – max 1.910 mt • Partenza: ore 11.00 • Tempo massimo: 5 ore