Meno imposte per l’artigianato. Se ne discute nei Grigioni
Meno imposte per l’artigianato. Se ne discute nei Grigioni

Il Gran Consiglio tratterà l’iniziativa nella sessione di ottobre e già la Commissione per l’economia e le tasse ha sottoposto a esame preliminare il messaggio del Governo relativo all’iniziativa popolare cantonale "Meno imposte per l’artigianato", chiedendo di respingere l’iniziativa (sostenendo quindi le proposte del Governo) e rinunciando anche a un controprogetto.

Il tema è appunto l’iniziativa popolare cantonale "Meno imposte per l’artigianato", attraverso la quale si chiede che le persone giuridiche non debbano più versare l’imposta di culto. La Commissione per l’economia e le tasse condivide all’unanimità questa opinione: se passasse l’iniziativa popolare, ci sarebbero considerevoli perdite finanziarie per le Chiese riconosciute dallo Stato.

Un’abolizione dell’imposta di culto provocherebbe per la Chiesa riformata una riduzione delle entrate pari a un terzo e per la Chiesa cattolica pari addirittura a oltre il 90 per cento. In questo modo non si potrebbe più finanziare gran parte di quanto le Chiese offrono al di Inoltre, secondo il parere della Commissione, non beneficerebbe l’intero artigianato come suggerisce il titolo dell’iniziativa, bensì solo le persone giuridiche (SA, Sagl, ecc.). 


cristina culanti
Data: 07/10/2013