OLTRE 400 HANNO SCIATO PER LA VITA A SANTA CATERINA VALFURVA
OLTRE 400 HANNO SCIATO PER LA VITA A SANTA CATERINA VALFURVA

Ieri, domenica 3 aprile, erano presenti 28 squadre alla partenza e oltre 400 iscritti, ma l’obiettivo non conosce classifiche, bensì un fine che unisce con passione tutti: raccogliere fondi per sostenere la ricerca contro la leucemia infantile. Un successo che è anche un record di "Scia con i campioni, 9^ edizione Memorial Barbara Compagnoni".

Ai quasi 3000 metri del rifugio Sunny Valley di Santa Caterina Valfurva anche Deborah Compagnoni (nella foto) e Pietro Vitalini,  fondatori dell’Associazione Sciare per la Vita, che nei primi nove anni ha saputo raccogliere quasi 400mila euro per sostenere i progetti di ricerca contro una patologia che colpisce numerose persone. 

Un commosso messaggio di riconoscenza è arrivato anche da Giovanni Verga, presidente dell’Associazione “Maria Letizia Verga” che, con l’Associazione Tettamanti, entrambe attive presso il San Gerardo di Monza, ha ricordato la fondamentale importanza della ricerca e dell’attività dell’Associazione Sciare per la Vita. 

In pista, a riprova di questo, c’erano anche due bambine guarite dalla leucemia grazie ai progressi che la scienza. 

Importanza della ricerca enfatizzata anche dal ricercatore Giorgio Mosconi, che non ha voluto mancare all’appuntamento: lui ha annunciato un’iniziativa che sta entrando nel concreto, ovvero una collaborazione italo-americana per la sperimentazione di nuovi farmaci che potrebbero incrementare i successi delle cure della leucemia comune, pensata proprio grazie a Sciare per la Vita e all’Associazione Maria Letizia Verga.


Data: 04/04/2011
 
04/04/2011, 10:46
Parterre d’eccezione sotto il segno della ricerca

La “9° edizione di Scia con i Campioni Momorial Barbara Compagnoni”, gara non competitiva con formula PRO-AM, ha visto sul podio più alto la squadra capitanata dal canoista Antonio Rossi con il tempo di 0’59’’11, secondo il team guidato dal grande e storico allenatore della nazionale di sci alpino Tino Pietrogiovanna (0’59’’ e 79), mentre la squadra capitanata da Stefano Baldini, neofita dello sci, si è guadagnato un meritato 3°posto (1’03’’ e 19). 

Neve fanstastica, un sole spetacolare hanno fatto da cornice alla giornata, alla quale non hanno voluto mancare Franco Vidi, Daniela Zini, Giuseppe Compagnoni, padre di Barbara Compagnoni, Karen Putzer, per la prima volta ospite di Sciare per la Vita, Tino Pietrogiovanna, Stefano Baldini, Antonio Rossi e Yuri Chechi, Giorgio Rocca, Melania Corradini, Mattia Cola, Matteo Nana, Marianna Longa, Katia Colturi, Igor Cassina, Sabina Panzanini ed Elena Curtoni. 

 

Uno il commento di Deborah Compagnoni: “Non si tratta di sponsor, ma di veri e propri amici, un esercito preziosissimo animato da pura passione e gioia di donare”. 

 

 

La perfetta organizzazione della giornata è dovuta al lavoro dell’Associazione con i suoi numerosi volontari, in collaborazione con la Società Impianti e con il locale Sci Club e il Consorzio Turistico locale. Gli alpini di Valfurva e gli amici del comune di Riccione che hanno fatto il resto, preparando un pranzo davvero ricco e invitante. 

 

 

 


cristina culanti


Autore dal
18/06/2009