Ospedale Morelli: la Regione approva le richieste

Oggi al Pirellone si è discusso del Piano per lo Sviluppo del Morelli e l’esito è stato positivo. Il Direttore Generale dell’assessorato alla Sanità Carlo Lucchina e il Responsabile dell’Unità Organizzativa Programmazione e Sviluppo Piani dello stesso assessorato, Caterina Tridico, hanno accolto le richieste fatte nello scorso incontro, avvenuto l’8 febbraio scorso, in occasione del primo incontro in Regione del Comitato stesso. Oggi come allora era presente l’Assessore provinciale Giuliano Pradella, alcuni sindaci facenti parte del comitato e le sigle sindacali. La Provincia di Sondrio ha quindi portato a casa il corso di laurea in Scienze Infermieristiche presso l’ospedale di Sondalo, una proposta che ha incontrato il favore anche dell’Università Bicocca, titolare del corso, per il quale Lucchina ha chiesto all’AOVV di effettuare entro il 10 marzo le verifiche sugli spazi disponibili presso il nosocomio sondalino con eventuali valutazioni tecnico-economiche ruspetto alle necessità di interventi di adeguamento; sì alla proposta, sempre con l’appoggio della Bicocca, per un Piano di Ricerca sulla Tubercolosi (il Presidio riscoprirà la propria centralità in materia a livello regionale e nazionale); terzo sì per la ristrutturazione delle coperture dei Padiglioni VII, VIII e IX, da tempo dismessi. Dagli accertamenti effettuati, si stima che occorrerebbero 150mila euro per la sistemazione del tetto di ogni struttura per un totale di 450mila euro che Lucchina non esclude si possano attivare come risorsa diretta da parte della Regione. Ma altrettanto importante che la Regione Lombardia abbia recepito la necessità al punto 1 del Piano per lo sviluppo del Morelli, relativo a un nuovo progetto per l’incremento dell’attività di riabilitazione. Potenziamento delle attività specialistiche riabilitative quindi, con l’ipotesi di inserire nuove attività di elevato livello, tanto da poter generare un richiamo a livello regionale e nazionale. Non si esclude a tal fine la sinergia pubblico-privato, attraverso operazioni di project financing. Lucchina ha chiesto anche una puntuale verifica sugli investimenti strutturali contenuti nel Piano Strategico dell’AOVV del 2004, in base ai quali sono stati stanziati 7 milioni e mezzo di euro per il Morelli, risorse in fase di stanziamento, gli investimenti in programma devono quindi essere compatibili con i nuovi orientamenti chiesti dal territorio e recepiti oggi dalla Regione. Soddisfatto l’assessore Pradella: "la Provincia continuerà a lavorare con lo stesso impegno e lo stesso ritmo per la sanità della valle. Visti i risultati, non posso che sentirmi ancora più motivato e determinato a conseguire i migliori risultati possibili per la nostra gente".  Prossimo appuntamento per Comitato e Regione Lombardia a metà marzo, a Sondalo. 


cristina culanti
Data: 26/02/2010