Salvaguardia del MORELLI
Salvaguardia del MORELLI

Mauro Del Barba (Deputato) e Patrizia Baffi (Consigliere Regionale della Lombardia), Italia Viva: 

A seguito della comunicazione dello scorso 11 marzo da parte del Ministro Gualtieri alle commissioni di Camera e Senato circa le intenzioni del Governo di stanziare ingenti somme "per il potenziamento della rete di assistenza territoriale" e con riferimento alla recente delibera lombarda di Giunta Regionale n. 2906 del 08.03.2020 “Ulteriori determinazioni in ordine all’emergenza epidemiologica da CoViD-19” da cui emerge la necessità di recuperare ulteriori posti letto di Terapia Intensiva e Sub Intensiva, abbiamo provveduto sia a livello nazionale che a livello regionale al deposito immediato di due interrogazioni ai Ministri Speranza e Gualtieri e all’Assessore della Regione Lombardia Gallera, al fine di verificare la disponibilità dei padiglioni dismessi dell’Ospedale Morelli e chiedere agli interrogati se stanno valutando il loro possibile utilizzo per l’emergenza sanitaria COVID-19.

Comprendendo l’assoluta necessità di agire uniti e la necessità di coordinamento tra il livello nazionale e quello regionale, abbiamo ritenuto utile ed indispensabile procedere con tempestività, secondo i canali istituzionali, fornendo per le vie ufficiali le informazioni e le richieste sopra evidenziate.

E’ bene che nessuna soluzione venga trascurata e che l’emergenza in cui ci troviamo porti a valutare ogni situazione utile: bene il potenziamento di strutture di chiara fama nazionale e internazionale, accanto alle quali chiediamo di valutare attentamente anche le reti territoriali e il ruolo di strutture che hanno fin qua dimostrato di saper funzionare, sia per l’emergenza stessa che per la necessaria riorganizzazione complessiva della sanità.

Sappiamo bene quanto sia delicato questo momento e siamo vicini, con questo atto, alle esigenze dei cittadini ed alle responsabilità dei decisori. Abbiamo e avremo la necessità di gestire il tema delle rianimazioni e nel contempo di garantire il funzionamento ordinario della sanità, avendo cura di questa separazione.

Accanto al tema delle strutture, di primaria importanza, rimane imprescindibile quello degli approvvigionamenti e soprattutto della disponibilità di personale sanitario a cui va, anche in questa circostanza, il nostro ringraziamento e la nostra attenzione, a partire dalle misure appena decretate che vedranno il nostro impegno in Parlamento ed in Consiglio Regionale".


cristina culanti
Data: 16/03/2020
 
16/03/2020, 12:17
INTERROGAZIONE

(cliccare per ingrandire)

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009