Trofeo KIMA, Valmasino al top
Trofeo KIMA, Valmasino al top

Date dell'evento:
24 Agosto 2018
25 Agosto 2018

52 km,  un percorso estremamente tecnico lungo sette passi per un totale di 8.400m di dislivello tra  Morene, nevai, creste esposte e, nei punti chiave, corde fisse per la sicurezza dei corridori, 11 ore per concludere la gara. Il Trofeo Kima è limitato  250 partecipanti, per ragioni di sicurezza, come conferma l’organizzatrice, Ilde Marchetti: “Solo 250 fortunati atleti potranno prendere parte a questa gara biennale perché, nonostante la gara rispecchi la filosofia, la distanza e il percorso dello skyrunning, la difficoltà del sentiero e la rigorosa legge italiana limitano il numero di corridori per garantire la sicurezza e permettere lo svolgimento di una corsa sicura, ben organizzata e che tutti possano apprezzare”. Sembra che, alla fine, su 1200 richieste ne siano state accettate 300, da 43 nazioni, per questa  gara, in programma domenica 26 agosto che è una vera e propria leggenda dello skyrunning e che, presentata ieri al Palazzo Pirelli, ha ricevuto un grande plauso da Regione Lombardia.

Le dichiarazioni

Martina CAMBIAGHI, assessore allo Sporte Giovani:"Il mio ringraziamento va agli atleti che rendono questa gara unica, diventando anche un prezioso modello per i nostri giovani: lo sport a livello agonistico, importante per la crescita e lo sviluppo delle personali capacita’ dell’atleta espresse nelle diverse discipline, insegna l’importanza di saper raggiungere l’obiettivo, con sudore e tenacia, nel rispetto delle regole e degli altri. Il Kima non è solo top runner. E’ anche solidarietà, valorizzazione del territorio, cultura della montagna, promozione turistica ed evento a sfondo sociale, grazie agli eventi che completano l’edizione 2018. L’ultraskymarathon e’ solo la punta di diamante di una giornata estiva che tutta la valle attende per assistere alla gara e per partecipare alle due prove più corte dedicate agli appassionati di montagna. A questo si aggiungono una serie di attività che valorizzano il territorio: dalle degustazioni dei prodotti tipici, alla premiazione delle guide emerite."

Massimo SERTORI, assessore agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni:"La montagna è soprattutto patrimonio di tutti e a noi spetta il compito di valorizzare le sue bellezze artistiche, culturali e ambientali, non solo destinando risorse economiche vitali per chi la abita, ma anche diffondendo, attraverso lo sport, valori educativi e di condivisione responsabile. La Val Masino, in quest’ottica, si accinge ad ospitare una kermesse, divenuta ormai vetrina nazionale per lo skyrunning, ma anche in grado di far conoscere uno straordinario territorio capace di accogliere attività sportive che coinvolgono giovani e meno giovani".

Antonio ROSSI, sottosegretario alla presidenza di Regione Lombardia con delega ai Grandi eventi sportivi: "Il nostro territorio è in grado di ospitare importanti manifestazioni agonistiche di caratura internazionale e la skyrunning del Trofeo Kima ne e’ una conferma. E’ una manifestazione estiva di elevato impatto, che si svolge sulle splendide vette lombarde e che evidenzia come il binomio vincente sport-montagna in questo particolare momento sia di estrema attualità. Una sfida che proietta la Lombardia nell’Olimpo degli sport di montagna e che al traguardo trasforma l’atleta in eroe". 

 

 

 

 

 


Data: 19/07/2018
 
27/08/2018, 09:12
Montagna vincente

I vincitori: 

L’italoamericana Hilary Gerardi;

vincitore assoluto, il catalano Kilian Jornet;

La dichiarazione di Antonio Rossi:

"Ancora una volta la Lombardia ha dato prova di grande capacità nell’organizzazione di un importante appuntamento agonistico internazionale. I 300 atleti provenienti da 43 diversi Paesi sono stati accolti con il calore e l’ospitalità che e’ tipica delle nostre montagne. I panorami mozzafiato hanno reso particolarmente emozionante la dura competizione, esaltata dalla capacita’ di resistenza e dalla tecnica dei concorrenti. Al di la’ dei risultati agonistici di eccellenza, questa gara dimostra di essere una vetrina d’eccezione, in grado di valorizzare al meglio le bellezze paesaggistiche e culturali della Valmasino, nei confronti tanto degli appassionati della specialità quanto dei semplici praticanti di corsa e trekking. La manifestazione e’ stata un grande successo, un’ulteriore conferma, se ce ne fosse bisogno, che il saper fare di questa regione si sposa in maniera meravigliosa con lo sport di montagna, sia estivo sia invernale. Un abbinamento vincente, sotto tutti i punti di vista".



cristina culanti


Autore dal
18/06/2009