Valorizzazione del PASSO GAVIA
Valorizzazione del PASSO GAVIA

Un investimento complessivo pari a 890.000 euro per realizzare un progetto di alto valore ambientale e turistico. E’ stato sottoscritto ieri, venerdì 3 agosto, l’Atto aggiuntivo al Protocollo per la valorizzazione della strada provinciale e del Passo del Gavia nel Parco nazionale dello Stelvio, al Rifugio Arnaldo Berni. Già approvato dalla Giunta di Regione Lombardia, come spiega l’assessore alla Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni Massimo Sertori "la valorizzazione della strada provinciale e del Passo Gavia nel ’Parco nazionale dello Stelvio’ era stato sottoscritto il 15 febbraio scorso da Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Provincia di Sondrio, Comunità Montana Alta Valtellina, Comunità Montana Valcamonica, Unione dei Comuni Alta Valcamonica, Comune di Ponte di Legno, Comune di Valfurva e Parco Nazionale dello Stelvio, con l’intento di rendere la strada e il Passo Gavia luoghi di attrazione culturale, ambientale e scientifica, in un’ottica di elevata sostenibilità ambientale e paesistica. Coniugando la fruibilità con l’offerta turistica  permetteremo di aumentare l’attrattività di un valico alpino che ha un ruolo fondamentale, perché mette in collegamento l’Alta Valtellina con l’Alta Valle Camonica".

L’atto sottoscritto ieri contiene il piano dettagliato degli interventi, i finanziamenti, le modalità e le tempistiche di attuazione del progetto: Regione Lombardia ha previsto uno stanziamento di 200.000 euro, a fronte di una spesa totale complessiva di 890.000 per gli interventi individuati nell’atto aggiuntivo, che saranno, per il resto, a carico della provincia di Sondrio (200.000 euro), della Provincia di Brescia (200.000 euro), di Ersaf (275.000 euro) e della Comunità Montana dell’Alta Valtellina (15.000 euro). 

GLI OBIETTIVI PRIMARI: 

Gli obiettivi prioritari individuati sono: la sistemazione e la messa in sicurezza della strada ’Bormio-Passo Gavia-Ponte di Legno’ e della galleria sul versante bresciano; la copertura della rete di telecomunicazione e il progetto di recupero e valorizzazione della strada storica del Gavia; la promozione e l’aumento della fruibilità turistica dell’area; l’individuazione dei periodi di apertura del Passo e della modalità di approvvigionamento per le strutture della valle per gli interventi di protezione civile e soccorso; il miglioramento della rete sentieristica e l’incremento dell’offerta di servizi ai cicloturisti.


cristina culanti
Data: 04/08/2018